Faq

L’azione 3.1 all’articolo 5.1 recita : “Possono beneficiare dei finanziamenti previsti per le iniziative relative alla presente azione Organismi associativi formati da imprenditori ittici, come definiti dall'articolo 4 del Decreto Legislativo 12 gennaio 2012, n. 4, agenzie di comunicazione, e/o agenzie turistiche, e/o agenzie di formazione, e/o altri pertinenti operatori economici, che abbiano sede legale ed operativa nei comuni del territorio GAC Costa dei Trabocchi.” Nell'organismo associativo la presenza di un imprenditore ittico è obbligatoria? Un soggetto giuridico con sede legale/operativa esterna all’areale del Gac Costa dei Trabocchi ed una unità operativa localizzata internamente alla stessa, che prevede comunque la realizzazione di interventi sul territorio del GAC, può presentare in qualità di capofila una domanda di finanziamento? Potrebbe essere in ogni caso partner di un progetto?
In relazione al quesito sull’azione 3.1, le risposte sono affermative a tutte le domande poste.
L’azione 1.1 all’articolo 1.3 recita : “ Porti, approdi o siti ubicati nelle immediate adiacenze di essi… .” Cosa si intende per porti, approdi o siti ubicati nelle immediate adiacenze di essi?. E’ ammissibile un intervento in un locale distante circa 150 mt dal lungo mare?
può essere ammissibile se sia localizzato nelle vicinanze del mare.
Rispetto alla misura 4.1 è possibile la realizzazione di due azioni, ad esempio la 1.1 e la 2.2, in uno stesso locale, prevedendo comunque una separazione fisica delle due aree dello stesso locale destinate ai due interventi distinti e mantenendo comunque separate le spese?
E’ possibile realizzare interventi distinti in uno stesso locale, purchè, oltre alla separazione fisica delle aree da destinare a differenti azioni, vi sia anche una separazione netta delle spese da realizzare per l’attuazione dei progetti .
In riferimento all’Azione 2.2 “Sostenere l’adeguamento delle imbarcazioni di piccola pesca (12m lft) per l’attività di pescaturismo”, si richiede il seguente quesito. Nella fattispecie l’impresa ittica ha le seguenti caratteristiche:
  • l’imbarcazione è iscritta nel Compartimento Marittimo di Ortona;
  • il proprietario dell’imbarcazione ha la residenza nel territorio GAC;
  • l’armatore è iscritto nel Registro Pesca dell’area non GAC e ha residenza in territorio non GAC.
Può accedere ai contributi la suddetta impresa ittica? In caso positivo, la domanda deve essere presentata dal proprietario o dall’armatore?
L’art. 1 “Soggetti beneficiari” prevede che la domanda possa essere presentata da imprenditori ittici che praticano l’attività di pesca professionale e che siano armatori di unità da pesca iscritte in uno dei Compartimenti marittimi del GAC Costa dei trabocchi. Pertanto, nel caso di specie la domanda dovrà essere presentata dall’armatore previo assenso del proprietario, art. 4.7, punto 2), lettera a) dell’Avviso.
Sono considerate ammissibili le spese antecedenti la presentazione della domanda di finanziamento?
Le spese per la realizzazione degli interventi sono considerate ammissibili purché sostenute in data non anteriore alla pubblicazione dell’avviso, ovvero 26 ottobre 2012 per il bando operatori pubblici e 13 novembre 2012 per il bando operatori privati.
L'IVA sulle spese e da considerarsi una spesa ammissibile?
No, l’IVA non è una spesa ammissibile.
E’ possibile effettuare delle varianti al progetto?
Si, è possibile fare varianti progettuali ma le stesse:
  • vanno sottoposte in via preventiva almeno 60 giorni prima della scadenza del termine finale e poi verranno valutate,
  • devono essere corredate da una relazione tecnica e contabile, dalle autorizzazioni e dal relativo costi d’investimento modificato.
  • Rispetto alla variazione di spesa dovuta alla variante progettuale, se la spesa è maggiore di quella prevista, il contributo non aumenta; se la spesa è minore, il contributo diminuisce proporzionalmente. In ogni caso non possono essere autorizzate varianti che comportano una riduzione del costo totale dell’investimento maggiore del 30%.
Come vengono effettuati i controlli su chi riceve il contributo?
Sono previsti controlli amministrativi, in sede e ulteriori controlli in loco, per verificare il rispetto delle condizioni di concessione e dei relativi impegni assunti.
Come viene liquidato il contributo?
Il contributo è liquidato secondo le seguenti modalità alternative:
  1. Avanzamenti successivi:
    • Anticipo 20 % del contributo (previa avvio lavori e fideiussione).
    • Unico stato di avanzamento lavori, al raggiungimento di una spesa non inferiore al 50 % di quella ammessa. Il SAL è corrisposto in misura pari all’avanzamento finanziario raggiunto.
    • Saldo finale (previa conclusione lavori).
  2. Unica soluzione a conclusione dei lavori (previa verifica).
Cosa accade se non porto a termine il progetto?
Il soggetto beneficiario è obbligato a restituire l’anticipazione ricevuta + le maggiorazioni di legge.
Sono ammissibili le spese sostenute per l'acquisto di materiale usato?
No, le spese sostenute per l'acquisto di materiale usato non sono ammissibili.

GAC on facebook